HOME PAGE  IL NOSTRO GIORNALE   DOCUMENTI   I SITI DEI COMPAGNI   IL MERCATINO  ARTE   A TAVOLA CON IL MANTECA   ARTE

Osserviamo che il nuovo tratto autostradale compreso l’attraversamento del Po progettato da società Autostrade Centro Padane è dannoso ed inutile per quasi tutti, ma soprattutto per la realtà urbana di Castelvetro P.no.

Dannoso in quanto il raccordo autostradale in progetto passerà molto vicino al centro abitato di Castelvetro strozzando il paese fra due tratti autostradali ed il fiume Po, limitandone pesantemente la vivibilità futura.

Inoltre, il collegamento in progetto è destinato in pochi anni a diventare un raccordo autostradale completamente inurbato andando contro tutti i dettami della logica che vuole questi tronchi autostradali sempre più distanti dalle obbligate zone d’espansione dei centri abitati.

Dannoso perché il territorio di Castelvetro è già attraversato dall’autostrada Torino-Brescia e sarebbe quindi auspicabile, eventualmente, l’utilizzo di queste aree già compromesse senza andare ad occupare decine e decine d’ettari di fertile terreno agricolo.

Dannoso per l’impatto ambientale, provocato da imponenti svincoli sopraelevati e da un rilevato autostradale a sei corsie prossimo al centro abitato, che si eleva dal piano di campagna anche con altezze di dodici metri, andando non solo a stringere il paese ma a modificarne la storica morfologia.

Dannoso per i gravissimi danni ambientali provocati dal passaggio del tracciato sull’importante sito dell’Isola del Deserto.

Il progetto è inutile poiché non risolutivo dell’annoso problema del traffico che transita nel centro abitato di Castelvetro.

Tanti cittadini cremonesi scelgono di venire ad abitare a Castelvetro o nei paesi vicini e tanti cittadini della sponda piacentina si recano ogni giorno per ragioni di lavoro o per altri motivi sulla sponda cremonese, quindi il traffico è prevalentemente di carattere locale o comunque di breve percorrenza.

La soluzione del raccordo autostradale (a pagamento) in progetto ha tutte le caratteristiche tecniche di veloce percorribilità per un traffico di lunga percorrenza ed, al contrario, uno scomodo utilizzo per chi arriva da Cremona e dintorni e va verso Monticelli e Caorso o viceversa; ciò ne fa, quindi, uno strumento inutile per il traffico esistente.

Riteniamo pertanto che questa soluzione andrà ad incidere pochissimo sulla riduzione del numero totale di veicoli che transitano quotidianamente per il centro abitato di Castelvetro.

Inoltre il traffico attorno a Castelvetro aumenterà di circa quarantamila veicoli al giorno.

Osserviamo che l’ampia disponibilità economica dimostrata dalla società Autostrade Centro Padane (oltre 220 milioni di euro per l’opera) debba essere impiegata per risolvere concreti problemi di viabilità esistente, attraverso la realizzazione di nuovi tratti viari d’adduzione al proprio tronco autostradale.  

Entrando nel concreto si propongono i seguenti interventi :