torna indietro


" a tavola con il Manteca…"

Sulle colline piacentine, a Fontana di Coli, abbiamo testato per il Manteca  la cucina della cuoca Gabriella...

premessa:

Siamo sempre stati critici nei confronti degli Agriturismo, in quanto sono pochissimi quelli che effettivamente rispettano le regole imposte dalla legge.
La maggior parte di essi sono ristoranti veri e propri che in nome di una presunta rusticità ti propinano del cibo dozzinale, un servizio penoso ma in compenso conti da ristorante vero e proprio.
Questa volta ci siamo dovuti ricredere.
Su consiglio di amici abbiamo provato un Agriturismo-Ecologico che può degnamente fregiarsi di tanto nome.


AGRITURISMO 
"TRE NOCI" 

di Carlo Bovi
località Fontana 65
Coli (Pc)
0523/931020

Si arriva al locale seguendo la Statale 45 da Piacenza sino a Bobbio, indi si gira a sinistra per Coli. Giunti a Coli si seguono le indicazioni per Fontana.

I luoghi sono tranquilli ed il dolce paesaggio delle colline che sovrastano Bobbio con il suo Ponte Romano che da millenni unisce le due sponde del Trebbia e la maestosa presenza del Monte Penice infondono una sensazione di pace e stimolano quel languorino che, fedele scudiero, sempre accompagna il Manteca nelle sue peregrinazioni culinarie.


L' agriturismo è dotato di cinque stanze con bagno per complessivi 18 posti.
Le camere sono confortevoli, pulite ed in stile con il contesto country dei luoghi.

La sala da pranzo può contenere una trentina di commensali. I mobili sono antichi, in stile rustico e in un angolo troneggia un bellissimo camino. Nella bella stagione, si può mangiare sotto il pergolato, che una vite provvede a mantenere fresco e ombreggiato o oziare sulla terrazzina dalla quale si può godere di un bucolico panorama.

La Cucina

Non essendo un ristorante classico, la scelta dei piatti non presenta la varietà di un menù a la carte, ma seguendo il percorso di sapori e profumi indicatoci da Carlo abbiamo iniziato con un antipasto di salumi nostrani, accompagnati con formaggio fresco (di loro produzione) condito con olio di oliva e insaporito con mentuccia, origano e peperoncino piccante, verdure grigliate e una interessantissima parmigiana di zucchine servita fredda. 

Come primo piatto è apparso un enorme piatto di portata ricolmo di tortelli con la coda ripieni di ricotta e spinaci conditi con funghi porcini e legati da un leggero strato di panna. Gabriella ci ha promesso la ricetta di un piatto locale "Pinoli" che non vogliamo anticipare. Stravolti, ma felici per essere riusciti a finire i tortelli, ci siamo visti arrivare a tavola una splendida focaccia ripiena di formaggio con della valeriana condita come contorno.
Con ancora il gustoso sapore della focaccia  in bocca e mentre meditavamo di ordinare il caffè, appare, annunciato da un gustoso profumo, del agnello al forno che essendo notoriamente un animale timido nell'occasione si era fatto accompagnare da una coloratissima peperonata.
La libido a volte sconfina nel masochismo e alcuni di noi, sordi al richiamo di uno stomaco che stava per esplodere hanno preso il dolce, una rovesciata di pesche, altri hanno optato per grappa e nocino, entrambe di produzione propria.

Non abbiamo ancora parlato del bere, in quanto al Tre Noci non esiste una carta dei vini.La cosa avrebbe influito negativamente sul nostro giudizio, ma non in questo locale, in quanto una carta avrebbe sicuramente stonato.
Qui si beve l'acqua del pozzo quando si ha sete e un buon bianco o un buon rosso per il piacere, non esistono bibite, coca e roba simile.
Convinti di spendere una follia, vista l'abbondanza ed il numero della portate abbiamo chiesto la cuenta. 
Carlo ci ha smentiti con un conto tipo PIC,ossia, indolore...
In conclusione il nostro giudizio è estremamente positivo, abbiamo incontrato gente che manda avanti una cascina con tanto di mucche al pascolo e caprette belanti, ma nel contempo riesce con serietà ed abilità culinaria a far provare quelle emozioni e quei sapori che tanti di noi, complice una vita cittadina ed un abitudine al confezionato rischiano di smarrire per sempre.
Prima del comiato, ci siamo accorti che sulla piccola stalla e sulla terrazza, garrivano due bandiere della pace a dimostrazione che il posto è anche politicamente corretto. 
Cosa volete di più???

Abbiamo tenuto conto nella valutazione che il luogo esaminato non è, e non deve essere ne un albergo ne un ristorante e quindi non può essere valutato con i canoni classici di valutazione di quest'ultimi.

LA NOSTRA VALUTAZIONE
Ricordiamo che la valutazione del "Manteca" viene assegnata con il simbolo della falce e martello e prende in considerazione vari aspetti dei locali esaminati
1 f/m=insufficiente  2 f/m=sufficiente  3 f/m=discreto  4 f/m=buono  5 f/m=ottimo
6 f/m eccellenza

AMBIENTE
CUCINA
SERVIZIO
QUALITA'/PREZZO